La fantasia al potere

fantasia al potere 1

Che gli vuoi dire? Niente. :/  Continua a leggere

Annunci

Olimpia EA7 Armani Milano – Acea Roma il Commentoacazzo Recap

milano roma recap

Brivido! Terrore! Raccapriccio! È Olimpia-Virtus Roma! No srs, che roba brutta è stata? Squadra che se ne sbatte della partita vs squadra che proprio non ce la fa = ORRORE :(. Per capire quanto brutta sia stata, vi basti sapere che il Commentoacazzo della partita NON È PEGGIO della partita stessa, evento praticamente impossibile normalmente. E invece… Vabbè, basta fesserie e via di Commentoacazzo Recap. CONTINUA A LEGGERE

Mbakwe: «Ho una certa attitudine a giocare ala grande»

Nel pieno delle trattative di mercato, è uno dei protagonisti dell’ultima stagione italiana ad infiammare l’estate cestistica: Trevor Mbakwe, seppur recentemente approdato alla corte di Trinchieri a Bamberg, è ancora una tessera che molte squadre si contendono per completare il proprio mosaico.

Il pivot americano di passaporto nigeriano, che ha messo in mostra ottimi numeri alla Virtus Roma, sarebbe infatti titolare di un contratto che prevede una sorta di Euroleague-escape, che gli consentirebbe di valutare offerte da parte di squadre in lizza nella massima competizione continentale per club.

La redazione di basketacazzo.com, sempre vigile a seguire le discussioni sul web, ha recentemente notato come attenti osservatori abbiano segnalato la possibilità per il prodotto dell’Università del Minnesota di spostare i propri talenti anche in posto 4. È stato quindi naturale interpellare sul tema il diretto interessato. Interpellato telefonicamente, Trevor Mbakwe ha anche svelato qualche retroscena sulla stagione romana appena conclusa.

mbakwe2

“A Minnesota e Roma ho sempre giocato da 5, ma solo perché era la somma delle cifre che avevo sul petto. Datemi la maglia con il 22 e risolviamo il problema”

L’espressione e il tono di voce sono quelli di chi non sta prendendo il problema sotto gamba: «Ho una certa attitudine a giocare 4 e l’ho anche mostrata», questo il primo commento di Trevor Mbakwe dopo le indiscrezioni di Pianetabasket.com.

«Innanzitutto vorrei ringraziare i redattori del sito: non avendo mai giocato 4 e non avendo pensato di farlo non mi ero mai reso conto del problema, quindi sono in debito con loro che mi hanno aperto gli occhi. La prima reazione è stata di sgomento: per un attimo ho pensato di aver giocato da 4 a Roma e ho scritto un sms di scuse a Goss, che presumibilmente avrebbe giocato da 5 al posto mio. Goss però mi ha risposto che è tutto ok. Poi ho reagito ed ho iniziato ad affrontare il problema. Ho voluto avvisare subito i miei genitori, non volevo lo venissero a sapere da Sportando, di cui sono avidi lettori. Mamma è stata splendida: mi ha rassicurato e ha chiamato subito sua cugina, che lavora alla DHL di Burbank con la sorella di Otis Thorpe. Otis mi ha subito mandato una bellissima e-mail per spronarmi: purtroppo lui ha giocato da 4 tutta la carriera, ma non ha mai avuto quella certa attitudine. «Mi dicevano cosa fare e io lo facevo», mi ha scritto Otis, da sempre grande fan di Pino e la Lavatrice. Ha però promesso di darmi una mano e sentire alcuni ex colleghi: pare che lo stesso problema lo avesse David Wesley e che sia riuscito a combatterlo, giocando guardia tutta la carriera. Vedremo, ho programmato degli esami medici, sento che con l’aiuto di tutte le persone che mi vogliono bene ne uscirò più forte di prima.»

A Mbakwe il più sentito in bocca al lupo da parte della redazione di basketacazzo.com