CECI N’EST PAS UNE PIPPE 2015-2016 /8

Ottavo appuntamento con l’unica rubrica del web che si è spostata dal martedì mattina al martedì sera per fare concorrenza a Ballarò (altre rubriche si sono spostate, ma non per lo stesso motivo).

Toto Forray continua

Dopo solo otto giornate un giocatore riesce a ripetersi e a vincere la classifica parziale per la seconda volta: a compiere l’impresa è Toto Forray, che ripete l’exploit della seconda giornata. Per il play uno squillante -8 di valutazione accompagnato da un +/- di -18 in una partita persa di 4 dalla sua Trento contro Reggio Emilia. I numeri hanno dello sbalorditivo se si considerano anche i soli 14′ in campo. Vano il tentativo del suo compagno Lockett di entrare in classifica, nonostante le sei perse. Nello stesso incontro, -4 di Lavrinovic (con -7 di +/-) che ottiene punti in classifica nonostante i soli 9′ in campo. La Redazione transige sulla regola dei 10′ di impiego minimo perché lo spirito della regola è “non vale essere buttati a caso in campo”: il lituano, infatti, pur nel breve tempo a disposizione, si prende sette tiri dal campo, tira un libero e perde tre palloni. Gestisce 10,5 possessi (secondo le regole degli statistici un libero vale mezzo possesso), cioè più di uno al minuto. Difficile considerarlo una comparsa.

(A margine: fortunato il pubblico reggiano, abituato ad assistere a performance individuali di alto livello)

Il lungo reggiano è tuttavia preceduto da Fabio Mian: per il compagno di Luca Vitali (per la Redazione, tutti i giocatori di Cremona sono “il compagno di Luca Vitali”) -5 di valutazione in 11′ (0/3 dal campo, quattro perse) e un +/- di -5. Quest’ultimo dato assume rilevanza se si considera che la sua squadra (la squadra di Vitali, in realtà) vince di 16 contro la ex-capolista solitaria Pistoia.

Ai piedi del podio ecco Lorenzo D’Ercole, anch’egli con -4 (0/4 dal campo, due perse) di valutazione e +2 di +/- in una partita vinta di 26 (anche se, va detto, sette degli undici minuti in campo sono stati nell’ultimo quarto).

Ultimo posto valido per Maurice Walker (-4 di valutazione), un punto che la Redazione gli assegna a mo’ di bacchettata: per il pesarese, cinque falli in 14′, durante i quali Pesaro addirittura vince di quattro sulla Sassari del succitato D’Ercole. Eddai, su, gestisciti un po’ meglio.

Classifica di giornata

  1. Toto Forray                           5 punti
  2. Fabio Mian                             4 punti
  3. Darjuš Lavrinovič              3 punti
  4. Lorenzo D’Ercole               2 punti
  5. Maurice Walker                 1 punto

Classifica generale (prime posizioni)

  1. Toto Forray                                                                          10 punti
  2. Brandon Davies, D. J. Shelton, Fabio Mian           8 punti
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...